Luciana Caramia

Charlotte Tilbury in Italia: tutti i miei top e i flop

Share

Si, avete letto bene. Dal 28 settembre potete acquistare anche negli store Sephora d’Italia il make-up firmato Charlotte Tilbury, il celebre marchio anglosassone, famoso per la sua linea ad alto tasso di glamour.

Ma chi è la founder? Charlotte Tilbury è una makeup artist inglese che ha creato il brand nel 2003. Da allora ha conquistato numerosi Paesi oltre Manica, fino alla penisola arabica (quando passò da Dubai ero lì, e non avete idea del caos che si creò nel mall che ospitava l’evento!).

Qui su Instagram i suoi makeup sono famosi per l’alto tasso di glam: le modelle spesso utilizzate sono bellissime, dall’incarnato perfetto, delle vere dee in terra. Non a caso, “Hollywoodiano” è uno degli aggettivi che ricorre più spesso nei claim e persino nei nomi di alcuni prodotti.

Come molte delle sue clienti vip, tra cui spiccano Penelope Cruz,  Meghan Markle e la signora Clooney: Amal, infatti, chiede sempre e solo di lei quando deve prepararsi per un grande evento.

I miei cult

Nell’attesa di mostrarvi i prodotti all’opera, ho voluto anticiparvi qui quali sono, a mio parere i cult da provare: tenete presente, infatti, che ancora prima di settembre, sul suo sito è già tutto disponibile per lo shopping in italiano! Tra l’altro è fatto anche benissimo perché pieno di video per ogni prodotto, che ti aiutano a capire la resa sull’incarnato.

Partiamo dalla skincare: le referenze non sono moltissime, ma alcuni pezzi sono dei veri successi. In primis la maschera Instant Magic Facial Dry Sheet Mask. Si tratta di una tissue mask molto diversa dalle solite: è asciutta anziché imbibita di prodotto. Vi trasforma in una sorta di Hannibal Lecter quando la indossate ma io la trovo geniale, e non solo perché ha l’ancoraggio alle orecchie.

Deve, infatti, aderire bene al viso, proprio perché non è bagnata. Bisogna massaggiarla e lasciare che i prodotti penetrino lentamente nella pelle, a rilascio graduale. Se il prezzo vi spaventa, sappiate che può essere usata fino a 3 vv (non buttatela come ho fatto io erroneamente!)

Altro pezzo cult della skincare è la crema Magic Cream: anche questa ho avuto modo di acquistarla affascinata dalle promesse ma anche dal pack super lussuoso. La formula contiene acido ialuronico, vitamina C ed E: idrata e rimpolpa, rendendo quindi la base impeccabile per il makeup successivo. L’unico problema è che per la mia pelle mista, in ambiente umido (soprattutto quando sono in Ghana) risulta troppo ricca. La consiglio quindi alle pelli normali o secche.

Veniamo al Magic Away Liquid Concealer: per creare questo correttore dall’applicatore geniale ci sono voluti 5 anni di prove e lavori. La formula è super coprente, e proprio la spugnetta che lo caratterizza lo rende facilissimo da applicare e tamponare. È come se si stendesse da solo.

Se vi piace l’effetto “filtro Instagram” dovrete provare il primer Hollywood Flawless Filter: l’idea è quella di un prodotto che minimizza i pori e uniforma l’incarnato. Rendendo la pelle super levigata.

Gli ombetti in crema, sono un altro cult del brand: Manuele Mameli li ha usati spesso su Chiara Ferragni. A loro favore hanno una facilità s’uso che non ha eguali. Non rigano ma danno quel tocco di luce che trasforma subito gli occhi.

Veniamo al vero e proprio cult: il rossetto Pillow Talk, una tonalità di nude-malva capace di adattarsi a molteplici incarnati (di qui il segreto del suo successo).

Dopo di lui la Tilbury ha dato vita a un’intera linea di prodotti nelle stesso range: dalla palette (che mi avete visto usare spesso), al blush Cheek to Chic. Gli ombretti in polvere non sono super pigmentati (a me ricordano quelli di Chanel) ma proprio per questo sono facilissimi da usare, a prova di sbaglio!

Infine, il blush ultra sofisticato della stessa linea Pillow Talk. È quello che sto usando di più: al suo interno ha luminosi riflessi dorati che illuminano immediatamente l’incarnato. (Ci sono altre 7 tonalità tra cui scegliere, la mia è appunto la Pillow Talk Original).

Ci sono tantissimi altri prodotti di Charlotte Tilbury che meritano di essere provati ma di questi riuscivo a darvi un feedback diretto. Spero di essere più esaustiva quando mi arriveranno le novità. Nel frattempo, chiedete pure!

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Charlotte Tilbury in Italia: tutti i miei top e i flop

Discussion

Catia Torelli

Stupendi tagli

Reply
More posts

Join the discussion

I miei rossetti top del 2020

Read

Mascara: la mia top list per il 2020

Read

Storia del mitico Chanel N.5, il profumo più famoso al mondo

Read