Luciana Caramia

Ho provato il metodo de La Coach delle Unghie e non ho mai avuto le mani così belle

Share

Il mio rapporto con le unghie è stato sempre tormentato. Chi mi conosce sa che le ho mangiate fino all’età adulta, ma che ancora oggi devo resistere costantemente alla tentazione di tormentare le cuticole.

Ecco perché appena posso cerco di fare una buona manicure, perché tenerle “a posto” è il modo migliore per resistere alla tentazione di distruggerle.

Se fossi a Milano in questo periodo della mia vita non avrei dubbi: tornerei da Michela May, alias La Coach delle Unghie per il popolo di Instagram. Non ho mai visto le mie mani più belle di quando ho sperimentato il suo metodo gel “effettonessuneffetto” (lo ha ribattezzato lei proprio così, tutto attaccato), una tecnica assolutamente naturale e poco invasiva, rispettosa della forma e della salute delle unghie.

Ho scoperto allora una ragazza che mette tutta la passione che ha in quello che fa. Non è un caso che su Instagram sia diventata popolarissima: guardate le sue foto (quelle che vedete qui sono le mie, le altre le trovate sul suo profilo @lacoachdelleunghie). Sono tutte di mani bellissime e super chic, di una bellezza unica e senza tempo.

Inoltre, ho trovato bellissimo il suo entusiasmo e il rigoroso approccio al mestiere. E in quest’epoca di pressapochismo imperante, in cui tutti si improvvisano per quello che non sono, dettando regole e trend solo perché i social gli fanno da cassa di risonanza, mi pare cosa non da poco.

Basta leggere questa sua intervista per accorgersene.

 

Da quando hai iniziato a occuparti di unghie?

Ho iniziato a fare unghie a circa 17 anni un po’ per gioco un po’ per sfida personale su me stessa, su mia mamma e qualche mia amica. Ho sempre amato il settore dell’estetica e desideravo farne parte, anche se stavo studiando per prendere il diploma di ragioneria. Dopo quasi un anno di università, ho deciso di lasciare tutto e a fine 2008 ho preso la decisione di farne un lavoro e diventare onicotecnica. Nel 2009 ho iniziato la mia epserienza in un salone e da quel primo giorno decisi che quella sarebbe stata la mia strada, sono stata accolta da titolari stupende con le quali sono ancora in bellissimi rapporti.

 

Com’è nato l’effettonessuneffetto?

“L’effettonessuneffetto” nasce circa un anno e mezzo fa. Sono sempre stata ossessionata dalle mani delle modelle maniste, quelle unghie bellissime e affusolate, bordi liberi bianchi, letti ungueali perfettamente rosati e forme bellissime, totalmente naturali ed omogenee, l’unico plus era lo smalto trasparente. Bellissimo. Il susseguirsi di richieste delle mie clienti e la mia forte esigenza di personalizzare un trattamento,  ha fatto sì che sviluppassi un mio personalissimo metodo. Ricordo che un anno fa, ci fu una cliente, che stanca dei gel colorati e lattiginosi, voleva sentirsi “libera”, naturale ed avere proprio quella sensazione detox sulle unghie. Proprio in quel momento le proposi che volevo ricreare quella sensazione attraverso una nuova visione del gel, non impegnativo, che da senso di libertà pur mantenendo l’unghia ordinata è da lì, nacque “l’effettonessuneffetto” che ad oggi continua ad evolversi e si basa al 90% sulle sensazioni del momento, le esigenze della cliente ed il mio gusto tecnico-professionale.

Quando hai capito che Instagram poteva essere la vetrina giusta per la tua passione?

Bella domanda questa! In realtà è nato tutto come un gioco, mi piaceva condividere i miei lavori su Facebook e ho cominciato a farlo anche su Instagram. Dopo qualche anno cominciai a capire la potenza di questa piattaforma, sia in senso positivo che negativo, ho capito nell’estate del 2017 che Instagram poteva essere un forte mezzo per poter esporre un’idea ed entrare in contatto con tutto il mondo, utilizzando i giusti mezzi. Ho sempre amato comunicare e fare sketch e da una parte mi sento come a casa, nonostante ci tenga particolarmente alla mia privacy. Credo che Instagram possa essere una grande piattaforma per poter realizzare un progetto e farlo conoscere alle persone che desideri far entrare in contatto con te, oltre ad essere un mondo in cui possono nascere dei bellissimi rapporti tra le persone, sia del tuo settore e non. In questi anni ho conosciuto sia virtualmente che fisicamente persone fantastiche. Del resto, è importante come comunichi e non solo il quando.

Quali sono i trend secondo te in fatto di unghie adesso?

I trend se parliamo di nail art sono sicuramente i disegni minimal, giochi di colore nero-fluo su base nude opaca, contrasti tra mat e glitter. Adoro vedere le opere d’arte delle colleghe!

 

Ovali, squadrate.. che tipo di forma va adesso?

Assolutamente la forma ANATOMICA! Sarò di parte forse, perché è la mia preferita di sempre, al secondo posto direi la forma ovale, va tantissimo quest’anno (anche l’anno precedente) la “ballerina”, ossia un’unghia più lunga, stretta sui laterali e punta dritta.

 

Colori top su cui puntare per la primavera?

I colori sono talmente soggettivi, si parla del fluo, toni del pastello, gli arancioni, i rossi un po’ i soliti insomma, ma sembra torni con grande furore il french, questo per quanto riguarda gli smalti normali. Per quanto riguarda il gel,  non può che essere ancora il babyboomer e le sfumature naturali!

Cosa rispondi a chi dice che il gel fa male?

Rispondo senz’altro che il gel, se fatto male, assolutamente si, rovina l’unghia naturale, ma se adoperato in maniera corretta con un approccio educato, non reca nessun genere di danno! È una questione di tecnica, prodotto, manualità dell’operatrice e buon senso della persona che lo indossa.

La tecnica è di fondamentale importanza perché attraverso ad essa, si opera nella maniera corretta e con coscienza nel salvaguardare la superficie ungueale. Il prodotto, questo deve essere eccellente ed avere quel tipo di flessibilità/rigidità, oltre che ai suoi componenti, tali da abbinarsi ad ogni specificità dell’unghia. La manualità dell’operatrice è bensì importate, perché è tramite il suo approccio manuale che ha origine il tutto, delicatezza, coscienza e sensibilità! Buon senso della cliente, si intende la cura delle proprie unghie, quindi NO agli stuzzicamenti del gel, mordicchiamenti, scollamenti forzati e rimozioni fai da te!

È vero che l’unghia deve “respirare” ogni tanto?

Ci sono diversi pareri su questo argomento, dermatologi e accademie di onicotecnici con pareri discordanti! Molti medici dicono che l’unghia ha bisogno di respirare, perché le eccessive limature danneggiano l’unghia, altri dermatologi affermano che l’unghia non respira, e poi accademie di onicotecnici che mai e poi mai accetterebbero di dire che l’unghia respira. Insomma, Io non sono un medico ne tanto meno una dermatologa, ma posso senz’altro dirti con certezza che l’unghia è composta da tantissimi strati di fogli di lamina ungueale, generati dalla matrice dell’unghia che determina dimensioni e spessori della lamina ungueale. La lamina ungueale, è uno strato corneo privo di nervi e vasi sanguigni, composta da cheratina dura che si posiziona sopra il letto ungueale. L’unghia trae il suo nutrimento non dall’aria ma proprio dalla matrice dell’unghia. Per questo noi tecnici, consigliamo di utilizzare crema e olio per cuticole, perché è attraverso il giusto processo di idratazione che si mantiene l’unghia sana, forte e con il giusto rapporto di flessibilità/spessore/durezza. Posso affermare inoltre, che in più di 10 anni di lavoro, le clienti che mi seguono da tempo e che non hanno mai smesso di fare il gel, l’unghia sotto è dura, sana e bellissima!

A chi consigli di provare il gel?

Io il gel lo consiglio a tutti, più o meno dai 16 anni in su, a meno che non ci siano problematiche particolari, o superfici lese o altri casi specifici. Ma nel 99% dei casi credo proprio lo possano fare proprio tutti, sia uomini che donne! Perché oltre ad avere l’opportunità di sentirsi ordinati per 3/4 settimane e non pensare più a nulla, si prova l’esperienza di un trattamento che abbellisce davvero l’unghia, e soprattutto si passa 1 ora o poco più, con l’operatore/operatrice di benessere, relax e divertimento, diventa poi una droga, ti piace e non vedi l’ora di tornare!

(Per info e prezzi contattatela su Instagram @lacoachdelleunghie)

Ho provato il metodo de La Coach delle Unghie e non ho mai avuto le mani così belle

Join the discussion

Guida ragionata alla lotta contro i brufoli

Read

Buoni a splendere: ecco il segreto per un makeup super luminoso

Read

I miei prodotti top del 2018

Read

Instagram